News ed eventi

Centini presenta "Frankenstein. La scienza della follia"

Scritto nel 1816 e pubblicato nel 1818, Frankenstein ossia il moderno Prometeo, di Mary Wollstonecraft Godwin Shelley, può essere considerato un’opera pionieristica della letteratura fantastica e contemporaneamente di quella di fantascienza. Nell’insieme costituisce un’officina antropologica di straordinario interesse, poiché offre al lettore molteplici spunti per incursioni in vari ambiti della cultura, dimostrando così quanto siano attuali alcuni temi proposti nella tessitura narrativa del libro. In questo saggio, agile ma documentato, il lettore avrà l’occasione per ripercorrere la genesi del romanzo, strettamente legata alla biografia dell’autrice, alle sue vicende umane, al contesto culturale e scientifico dell’epoca. Si prendono inoltre in considerazione molti aspetti legati al ruolo simbolico di fatti e personaggi: aspetti che sono stati in grado di donare alle pagine della Shelley un valore immortale, transitato dalla letteratura al cinema per conquistare il pubblico di ieri e di oggi.

Presentazione

Presentazione "L'Arte del Fuoco. Incontri con l'alchimia" con Fiorella Negro

L’incontro dell’uomo con l’Arte d’alchimia è misterioso e inesplicabile. Certo non si diventa alchimisti per aver seguito un corso di studi o compiuto un iter di letture, ma per vocazione: l’incontro con un Maestro segna il momento in cui il desiderio si trasforma in volontà, il sogno in determinazione, la speculazione in operatività.
Più che le qualità del singolo, nel cammino del neofita verso l’Arte del Fuoco è dunque proprio il Maestro a rappresentare l’elemento chiave di un destino ancora incerto, a fungere da catalizzatore delle passioni del cercatore e a guidarlo verso la meta a cui questi, ancora non del tutto consapevolmente, aspira.
Tuttavia è la Materia, la Pietra grezza, e non un essere umano, a guidare veramente chi lavora al forno. Seguendo i passi dell’autrice su questo cammino affascinante e incerto, splendido e terribile, pagina dopo pagina il lettore scoprirà che l’unico, vero Maestro, è lo Spirito universale che l’alchimista incontra durante il lavoro di laboratorio, e che gli socchiude la porta verso l’infinito.

Leggi tutto